domenica 11 ottobre 2015

Nole re di Pechino!

Il numero 1 al mondo che batte il numero 8, così si può descrivere la finale di Pechino giocata quest'oggi. Ciò che fa strano è che la partita sia Djokovic-Nadal e che allo spagnolo sia stato rifilato un doppio 62, senza mai una chance. Un robot in forma che distrugge un ex marziano, divenuto ormai un umano in piena crisi, così si può descrivere.

Nello scontro numero 45 (23 a 22 per Rafa) di questa infinità rivalità, Nole ha asfaltato lo spagnolo, servendo un 82% di prime in campo, più del triplo dei vincenti dell'avversario e facendo forse ufficialmente decadere quella nomina di terzo in comodo, perché anche se non tutte le folle lo acclamano, è il migliore di tutti. 
Finisce nel modo peggiore la settimana di Rafa, settimana in cui si è parlato di licenziare lo zio Tony e addirittura di ritiro, ma che nonostante tutto aveva portato a una finale e a qualche speranza, spazzata via subito. Nessun fattore minimamente comparabile col serbo e fa strano, soprattutto per colui che ha fermato l'arrestata di Federer e che nel 2012 aveva placato lo stesso Djokovic. Ma ora Rafa è questo, vale questo, vale una scoppola severa da Djokovic.
Siamo in era Djokovic e il serbo lo sottolinea con questo sesto successo a Pechino.
FifteenLove