martedì 17 maggio 2016

Road to RG: Rafael Nadal

Dopo aver analizzato il periodo di forma del numero 1 al mondo, andiamo a visionare il King of Clay, Rafael Nadal.

Dopo un 2015 e un inizio 2016 pieno di delusioni e di prestazioni lontane da quelle di un tempo, lo spagnolo è tornato. Oltre che le vittorie di Montecarlo e Barcellona è importante sottolineare la prestazione con Djokovic a Roma, mentre l'unico torneo sottotono è stato Madrid.

Per il secondo anno di fila arriva a Parigi fuori dai primi 4, con Wawrinka al "suo" posto, quindi si può e si deve considerare una mina vagante. Il sorteggio del tabellone sarà molto importante per vedere chi, tra i primi 4, dovrà affrontarlo già ai quarti. D'altra parte c'è da considerare che anche per lui il fatto di dover potenzialmente incontrare 3 dei primi 4 non sia il massimo. 
Ma questo Rafa, alla ricerca del decimo RG, mette paura a chiunque. Perché ha ritrovato continuità e profondità nei colpi, oltre che una forza fisica straordinaria. Probabilmente dovrà usare la sua arma, ovvero il classico "andiamo al quinto e poi vediamo chi ne ha di più", di cui Federer, Murray e anche Djokovic sanno qualcosa.

Darlo favorito, nonostante il gioco ritrovato, è esagerato ma lui rivuole il trono e Parigi è il suo regno.
FifteenLove 
Nadal al Roland Garros 2014.