lunedì 21 agosto 2017

Il riscatto di Dimitrov!

Dopo tanta attesa Grigor Dimitrov vince finalmente un grande torneo giocando un grande tennis. Col punteggio di 6-4 7-5 il bulgaro batte Kyrgios in finale nel master 1000 di Cincinnati e torna tra i primi 10 in classifica ATP, ovvero, per uno col suo talento, il suo teorico habitat naturale. Questo risultato e questo balzo in classifica gli garantiscono un'ottima testa di serie allo US Open, considerate anche le tante assenze illustri allo slam americano.

La partita del bulgaro è stata ottima, soprattutto dal punto di vista difensivo. Dimitrov ha neutralizzato alla grande un Kyrgios stranamente col "braccino" che ha commesso tanti errori a cui non ha rimediato con un numero sufficiente di vincenti (di rovescio addirittura 0, ndr). Il servizio dell'australiano ha compensato solo in parte, infatti quando per via di due turni sciagurati al servizio (uno per set) è stato breakato, non ha saputo reagire e rimettere in piedi il match. Torneo che comunque riporta l'australiano tra i primi 20 e da considerare positivo dati anche i numerosi acciacchi fisici avuti da lui nel corso dell'anno.


Insomma, per BabyFed, è stata quasi una liberazione. L'aver dimostrato finalmente a tutti (e soprattutto a se stesso) che le tante belle parole spese per lui non erano vane o prive di fondamenti. Adesso siamo tutti curiosi di vedere se questo passo lo porterà finalmente ad essere competitivo a grandi livelli con costanza, soprattutto ora che si è visto che nemmeno i Fab4 sono invincibili ed eterni. Questo US Open sarà un'occasione quasi unica per lui e molti altri della generazione anni '90 (tra cui lo stesso Kyrgios, piuttosto che Thiem o Zverev), infatti mai negli ultimi anni si è arrivati a uno slam con un pronostico così incerto e questo è senza dubbio, per loro, il momento per il grande salto. Ma Federer e Nadal saranno d'accordo?
FifteenLove